Osservatorio Nazionale del Turismo

Menu di navigazione interna alla pagina

Ti trovi in:

Dati UNWTO: l’Italia guadagna il 7,1% di arrivi internazionali nei primi 5 mesi del 2017

Data: 09-10-2017
Autore: Osservatorio Nazionale del Turismo - Redazione ONT

I successi dell’Italia come destinazione top, soprattutto per gli stranieri, sono confermati anche dalla statistica ufficiale. Recentemente l’UNWTO ha diffuso le stime sugli arrivi internazionali del primo semestre 2017 dell’area europea, per evidenziare quanto ciascun mercato del vecchio continente ha contribuito al raggiungimento della cifra record di arrivi internazionali nel mondo pari a 1.235 milioni (+6,4%) di cui abbiamo avuto modo di parlare al seguente link (Cifra record degli arrivi internazionali nel mondo).

L’Unione europea ha fatto da traino alla crescita con +8% di arrivi internazionali giunti a quota 231 milioni nella prima metà del 2017. Il balzo in avanti è spiegato anche dalla ripresa dei movimenti turistici intra-europei (da dati Eurostat circa il 90% dei pernottamenti in Europa sono prodotti dai residenti). Si evidenzia l’alta incidenza dei Paesi appartenenti all’area mediterranea. 
 
L'Italia, nel periodo gennaio-maggio 2017, guadagna il 7,1% grazie soprattutto alle ottime performance di aprile (+10,3%) e maggio (+11,7%) e, visti i successi della stagione estiva, si presumono ulteriori aumenti anche nei mesi successivi a quelli analizzati. Fra i nostri maggiori competitor europei crescono anche Francia (+10,1%) a parziale recupero dei cali subiti lo scorso anno, Spagna (+11,3%) e Germania (+5,4%). Da considerare, però, che per questi ultimi due Paesi le stime includono il mese di giugno.
 
Le entrate da turismo internazionale seguono il trend degli arrivi: +7% a livello mondiale rispetto a gennaio-giugno 2016. Crescita generalizzata per i più influenti Paesi europei e l’Italia non è da meno con un tasso di crescita del 3%.

 

Per approfondimenti: European Union Short-Term Tourism Trends, Volume 1, 2017-4

 

 


Stampa